case-ecosostenibili

Case Ecosostenibili, quanti italiani le scelgono?

Case ecosostenibili: i numeri in Italia

Crescono i numeri delle case ecosostenibili nel nostro paese: un trend sempre più in crescita

Che sia sbocciato l’amore tra le case ecosostenibili e gli italiani è, ormai, un dato di fatto. A testimoniarlo, infatti, non sono solo i numeri ma anche il trend di crescita che questo nuovo tipo di manufatto sta avendo nel nostro paese.

Basti pensare, ad esempio, che nel 2018 la richiesta di case prefabbricate ed ecologiche è aumentata di 4 volte rispetto al 2017 quando già ben il 7% delle nuove costruzioni seguivano questo schema. Un altro dato confortante è che il trend lo si può notare in tutta Italia. Vero è che Milano è in cima con il 37% di richieste di questo tipo tra il 2016 e il 2018 ma c’è da notare la crescita del Sud Italia che, nel 2018, è stata particolarmente vistosa.

Secondo Habitissimo, ad esempio, sempre nel 2018, se consideriamo le principali città, Milano a parte, ci sono ben 4 luoghi del Meridione, cioè Catania, Palermo, Lecce e Salerno.

Questo probabilmente è anche dovuto ai diversi incentivi e le possibilità di prestito che offrono diversi portali come chetariffa.it incentivando sicuramente questo tipo di mercato

Cosa vuol dire casa ecosostenibile

Cos’è una casa ecosostenibile e perché si opta per questa scelta?

Abbiamo visto i numeri delle case ecosostenibile ma, nel complesso, cosa vuol dire avere un’abitazione che tutela l’ambiente? A fissare dei paletti ci ha pensato l’University of British Columbia che ha fornito dei criteri ben preciso. Innanzitutto, l’edificio deve essere realizzato con materiali rinnovabili, che, tra l’altro, non hanno un impatto ambientale forte per assicurare la migliore efficienza energetica possibile.

In sostanza, fin dalle fondamenta deve essere ben chiaro il tratto ‘ambientalista’ dell’edificio, partendo dalle materie prime per passare alla fase di trasloco e di montaggio. Come un’orchestra, tutto deve proiettare verso un unico obiettivo. Ovviamente possono esserci case che non sono ecologiche al 100% ma ciò non vuol dire che non possano far parte della categoria, anche perché c’è una legislazione in merito (che ti evitiamo di spiegare per non uscire fuori tema) a cui bisogna comunque attenersi per evitare problemi e diverse certificazioni da rispettare, come la LEED – un sistema di valutazione americano sorto nel 1998 – e Casa Clima, una certificazione tutta italiana.

Quanto costa una casa ecosostenibile?

Una casa ecosostenibile costa meno di quella tradizionale: andiamo a vedere nel dettaglio

Passiamo, ora, all’ultimo paragrafo del nostro approfondimento parlando dei costi. Sì, perché adesso la domanda che ti starai facendo è “quanto costa una casa di questo tipo?”.

La risposta secca sarebbe “molto meno di quanto immagini”. Del resto, ti basta semplicemente pensare al minor costo delle bollette, come puoi tranquillamente vedere su diversi portali specializzati come chetariffa.it. Anche gli elettrodomestici ti permettono di mettere da parte un bel gruzzoletto: se la classe A può avere un costo maggiore rispetto a quelli più inquinanti, consumando molto di meno ti permette a lungo andare, comunque, di rientrare della spesa fatta. Altri due fattori molto importanti sono l’isolamento termico, evitando le dispersioni sia di freddo che di caldo (e ciò comporta meno spese relative al riscaldamento), e i mobili green, che non rilasciano alcuna sostanza tossica e durano mediamente molto di più.

About the author

Redazione

View all posts