cabina-armadio

Cabina Armadio: quali sono le misure minime per progettarla?

La cabina armadio è un attrezzo molto utile per guadagnare spazio ma, nello stesso tempo, avere la possibilità di poter inserire ciò che si vuole.

È, inoltre, estremamente personalizzabile ma, per progettarla, c’è bisogno di conoscere le misure minime per ogni tipologia, anche a seconda dello stile. 

Prima di entrare nel vivo, però, è necessario conoscere qualcosa in più sulla cabina armadio

Di solito, infatti, esistono 4 modelli di cabina armadio. Può essere, infatti, progettata in una stanza a fianco indipendente dall’altra. O, se hai una stanza molto grande, puoi creare un vano o anche dividere la camera in più parti. Ancora, quarto e ultimo tipo, provare a realizzare un semplice arredo che possa contenere ciò che desideri.

Cabina armadio contemporanea

Per una cabina armadio contemporanea si consiglia una profondità di 2 metri quadrati

Due sono i metri quadrati consigliati per le dimensioni della cabina armadio contemporanea, in modo da avere uno spazio sufficiente per un ingombro che non sia troppo ‘disordinato’.

Di solito, infatti, si consiglia una profondità di 120 centimetri esattamente divisi in due parti: 60 che riguarda l’appenderia e 60 per il passaggio davanti.

Per quanto riguarda la larghezza, si consiglia 2 metri e mezzo. Sufficiente al fine di riporre vestiti per una famiglia di 4 persone.

Cabina armadio singola

110×130, è questa la misura ideale per una cabina armadio singola

Le dimensioni minime per progettare una cabina armadio singola è di poco superiore al metro, sia per quanto concerne la larghezza che la profondità. 

È troppo? È poco? Noi propendiamo per la seconda ipotesi poiché se riesci a sfruttare tutti gli angolo a tua disposizione, ottimizzando gli spazi e provando a non lasciare centimetri vuoti.

Questo tipo di cabina è particolarmente utile anche per due persone molto organizzate e ordinate che non hanno una camera così grande da potersi permettere cabine armadio di dimensioni notevoli. Al di là del fatto che materialmente lo spazio quello è, puoi però avere l’impressione di avere dei centimetri ulteriori con un gioco di specchi e colori. Infatti, secondo diversi studi, il bianco e uno specchio interno riescono a ‘ingrandire’ lo spazio che hai e, soprattutto, ad abbinare con praticamente tutte le tipologie di vestiti che hai.

Cabina armadio su due lati

Le misure minime possono variare se i lati sono contigui o contrapposti

Attenzione quando si parla di cabina armadio su due lati. Questo perché può essere di due tipi diversi: contigui o contrapposti.

Oltre ad avere delle differenze logistiche, ci sono delle differenze anche per quanto riguarda le misure minime qualora tu ne volessi progettare una.

Infatti, per la cabina armadio su due lati contrapposti è necessario avere un passaggio di 90 centimetri per garantire una certa comodità, indipendentemente dagli spazi liberi che ci sono. 

Se, invece, i due lati sono contigui bisogna pensare a due fattori molto importanti: la grandezza della camera da letto e il fatto che la forma è triangolare. Sembrano aspetti di poco conto ma in realtà non lo sono affatto.

Per quanto riguarda il primo punto, infatti, si consiglia di creare la cabina armadio su due lati solo quando la camera da letto è molto grande e, quindi, non si crea quell’effetto di veder ridurre il passaggio e stare stretti. Sarebbe un ossimoro, avere una stanza grande ma non avere uno spazio arioso.

Per quanto concerne la forma triangolare, questo può presentare delle difficoltà perché non ci si ritroverebbe a gestire una cabina armadio ‘normale’, cioè rettangolare ma, appunto, triangolare. In questo modo, infatti, la forma è irregolare ed è importante essere meticolosi nell’organizzazione e nell’ordine.

In ogni caso, però, l’angolo dovrebbe avere una misura minima che oscilla tra i 55 e i 60 centimetri.

Cabina armadio su tre lati

È quella della classica forma a ‘C’, ecco le misure minime per progettarla

Hai presente la classica cabina armadio su tre lati? Se ci fai caso, ha una forma a C e, così come la C, ha una profondità più elevata, in centimetri, rispetto a larghezza e altezza. 

Infatti, se parliamo, appunto di 90 centimetri per la profondità, la larghezza deve oscillare tra i 55 e i 60 centimetri. In questo modo, infatti, si garantisce un certo spazio e una certa comodità nel sistemare il tutto e provare a organizzare al meglio il proprio guardaroba. 

About the author

Redazione

View all posts